Campagna Calore Pulito

Aggiornamento al 01/01/2011

MANUTENZIONE CALDAIE: L'OPERAZIONE BOLLINO CALORE PULITO

Gli enti competenti sono i Comuni di Ravenna, di Faenza e la Provincia di Ravenna per tutti gli altri 16 comuni del territorio provinciale.

I manutentori, qualificati ai sensi del DM 37/2008 (art. 1 lettere C ed E) ed iscritti negli appositi elenchi della Camera di Commercio dopo aver effettuato la pulizia delle caldaie e la verifica delle emissioni, rilasceranno un Rapporto di Controllo Tecnico chiamato "Allegato G" (allegato 11) per gli impianti inferiori a 35 Kw o Allegato F (allegato 10) per quelli superiori.

Questo rapporto di controllo tecnico andrà inviato all'ente pubblico di competenza secondo le seguenti scadenze temporali:

  1. Ogni anno nel caso di impianti di potenza nominale del focolare maggiore o uguale a 35 kW;
  2. Ogni due anni nel caso di impianti di potenza nominale del focolare minore di 35 kW e con anzianità di installazione superiore agli otto anni;
  3. Ogni quattro anni nel caso di impianti di potenza nominale del focolare minore di 35 kW e con anzianità di installazione inferiore agli otto anni.

L'Allegato G o Allegato F spedito all'ente competente dovrà essere completato da un bollino "Calore Pulito", del valore di 6 Euro (per le caldaie di potenza superiore a 35Kw, vedi tabella di seguito riportata).

L'incasso servirà a tenere aggiornato il "catasto degli impianti" e ad effettuare le verifiche a campione sugli impianti in regola con la legge, nonché a finanziare la campagna informativa diretta a tutti i cittadini.

Resta inteso che per ogni impianto deve essere applicato un unico bollino a biennio/quadriennio.

L'Allegato G o Allegato F spedito all'ente di competente dovrà essere completato da un bollino "Calore Pulito", del valore di 6 Euro (per le caldaie di potenza superiore a 35Kw, vedi tabella di seguito riportata).

L'incasso servirà a tenere aggiornato il "catasto degli impianti" e ad effettuare le verifiche a campione sugli impianti in regola con la legge, nonché a finanziare la campagna informativa diretta a tutti i cittadini.

 

I BOLLINI "CALORE PULITO"

 

I "bollini" saranno quindi tre:

  • quello dell'amministrazione comunale di Ravenna;
  • quello dell'amministrazione comunale di Faenza;
  • quello dell'amministrazione provinciale di Ravenna (per tutti gli altri comuni).

Il Bollino è composto da 2 copie, una attestazione di pagamento che deve essere applicata sulla copia dell'Allegato F o G indirizzato al Comune e una ricevuta da applicare sulla copia dell'Allegato F o G da conservare nel libretto di impianto/centrale.

I bollini possono essere acquistati presso:

  • Provincia di Ravenna: ufficio relazioni con il pubblico (URP), Piazza dei Caduti n. 2/4 Ravenna
  • Comune di Ravenna: SORIT, Via Magazzini Posteriori n. 28 o Via Dante Alighieri n. 3 Ravenna
  • Comune di Faenza: presso URP - Ufficio Relazioni con il Pubblico:

    • Cassa di Risparmio di Ravenna, Agenzia 1, Corso Matteotti 4/B, Faenza - Tel 0546/681675
    • Cassa di Risparmio di Ravenna, Agenzia 2, Via F.lli Rosselli, 73 Faenza - Tel. 0546/586181
    • Cassa di Risparmio di Ravenna, Agenzia 3, Via Saviotti, 6/a - Faenza - Tel. 0546/634085
    • Cassa di Risparmio di Ravenna, Agenzia 4, Via Laghi, 37 - Faenza - Tel. 0546/658640
    • URP - Ufficio Relazioni con il Pubblico - Piazza Nenni, 19/a - Faenza - Tel. 0546/691444 - 691449

  • Uffici CNA/Confartigianato presenti sul territorio provinciale previo versamento bancario o postale: 

per la Provincia di Ravenna:

 

Descrizione Potenza (Kw)
  fino a 35 35 - 116 116 - 350 350 - 600 P >600
Impianto
Bollino calore pulito
6 euro
Versamento
12 euro
Versamento
35 euro
Versamento
70 euro
Versamento
140 euro

In questo caso il pagamento del contributo può essere effettuato con le seguenti modalità:

  • versamento sul c.c. postale n. 15520489 intestato a "Amministrazione Provinciale di Ravenna - Servizio Tesoreria, causale "Presentazione rapporto di controllo impianti termici".
  • FINO AL 30-06-2015 - bonifico bancario intestato a "Servizio Tesoreria Provincia di Ravenna" , codice IBAN IT94N0200813120000001144026, causale "Presentazione rapporto di controllo impianti termici".
  • A PARTIRE DAL 01-07-2015 - bonifico bancario intestato a "Servizio Tesoreria Provincia di Ravenna" presso Cassa di Risparmio di Ravenna S.p.A. – Sede Centrale - Piazza Garibaldi, 6 - 48121 Ravenna - codice IBAN: IT44M0627013199T20990000007, causale "Presentazione rapporto di controllo impianti termici".

per il Comune di Ravenna:

Il Bollino Calore Pulito può essere ritirato presentando la ricevuta di pagamento del relativo importo da effettuarsi con una delle modalità seguenti:

  • presso un qualsiasi ufficio postale tramite bollettino di Conto Corrente Postale N. 13927488 intestato a: "Comune di Ravenna - Servizio di Tesoreria"
  • acquisto bollini on line presso ente poste italiane: n. c/c 000013927488 intestato a Comune di Ravenna - Servizio di Tesoreria codici - ABI 7601 - CAB 13100 - IBAN IT13I.
  • presso lo sportello della CASSA DI RISPARMIO DI RAVENNA, conto corrente n. T 20990000002, mediante accredito bancario intestato alla Tesoreria del Comune di Ravenna codici - ABI 06270 CAB 13199, codice CIN IT 76 H. Nella causale di versamento va indicato il numero dei bollini da acquistare.


Per le caldaie con potenza superiore a 35 Kw occorrerà calcolare l'importo del bollino (per il Comune di Ravenna ed il Comune di Faenza) o del versamento bancario/postale (per la Provincia di Ravenna), secondo la tabella sotto riportata:
  

Descrizione Potenza Generatori (Kw) e
prezzo "Bollino" o "versamento postale/bancario"
Primo generatore di calore fino a 35 35 - 116 116 - 350 350 - 550 P <550
6 euro 12 euro 35 euro 70 euro 140 euro


NB: E' possibile utilizzare, quando necessario, un bollino Verde del valore di 35 Euro, che può essere acquistato con le stesse modalità sopra riportate.

Nel caso di centrali termiche composte da più generatori, occorre compilare un Allegato G o Allegato F per ogni generatore.

E' necessario poi calcolare la potenza complessiva dell'impianto ed applicare il bollino sulla base della tabella sopra riportata su un Allegato G o Allegato F riepilogativo.

All'Ente competente andrà quindi consegnato l'intero "pacchetto" di allegati G o Allegato F.

NUOVI IMPIANTI

Nel caso di nuovi impianti, all'Ente competente occorrerà inviare:

  • Scheda identificativa dell'impianto (Pagina staccabile dal nuovo libretto)
  • Allegato G o Allegato F con la prova di combustione.

Per questi impianti non sarà necessario effettuare il pagamento del bollino Calore Pulito. 

INFORMAZIONI DI CARATTERE TECNICO

 

  • Provincia di Ravenna:

    • Ufficio Ambiente ed Energia, Piazza dei Caduti n. 2/4 Ravenna Tel. 0544 258222

  • Comune di Ravenna:

    • COMUNE DI RAVENNA URP - Via Romolo Gessi, 11 Tel. 0544 482482 (da Lunedì a Sabato ore 8,30 - 12,30 giovedì ore 8,30 - 17,00) e-mail: urp@comune.ra.it
    • COMUNE DI RAVENNA UO Gestione Impianti - Via G. Carducci. 23 Tel. 0544 482301 (Mercoledì dalle 8,30 alle 13,00) e-mail: uogestioneimpianti@comune.ravenna.it

  • Comune di Faenza:

    • Servizio Controllo, Piazza del Popolo, 31 - Faenza - Tel. 0546/691313 - 691344


RITIRO BOLLINI

L'impresa, dopo aver effettuato il pagamento dei bollini, si rivolgerà al proprio ufficio CNA oppure direttamente alla sede provinciale (Milena Di Maio - Roberto Belletti) per prenotare gli stessi.

Il numero massimo prenotabile presso gli uffici è di 100, mentre presso la sede provinciale il numero è illimitato.

Copia del versamento sarà trattenuto dall'ufficio.

Tra la prenotazione e la consegna vanno considerati almeno 3 giorni lavorativi, necessari per le operazioni di posta interna. L'impresa al momento della consegna, da parte dell'ufficio CNA, dei bollini firmerà un documento che attesterà l'avvenuto ritiro.

Il rapporto di controllo di efficienza energetica di tipo 1 (muniti di "bollino" o attestato di versamento) va inviatoi all'ente pubblico di competenza, possibilmente entro trenta/sessanta giorni dalla data di emissione del documento (occorre quindi fare attenzione ad utilizzare il bollino dell'Ente pubblico competente).

Il rapporto di controllo di efficienza energetica di tipo 1 va trasmesso direttamente o per raccomandata A.R., all'Ente Locale competente, accompagnati da una distinta, che riporti nome e cognome del committente ed indirizzo.

VERIFICHE

Dal primo gennaio 2007 sono iniziate le verifiche sugli impianti termici.

Saranno verificati a campione gli impianti per i quali è pervenuta l'idonea documentazione al fine di verificarne la veridicità, mentre saranno verificati tutti gli impianti presenti nel catasto per i quali non è pervenuta nessuna documentazione all'ente locale.

IL SERVIZIO DELL'ASSOCIAZIONE

Le imprese possono avvalersi anche dei servizi della CNA. In questo caso il rapporto di controllo di efficienza energetica di tipo 1 viene trasmesso all'Associazione tramite gli uffici presenti sul territorio.

L'impresa al momento della consegna all'ufficio CNA firma un documento che attesterà il n° di allegati G o Allegati F che verranno trasmessi dall'associazione all'Ente Locale competente.

Sarà nostra cura, di volta in volta, realizzare una distinta dei moduli consegnati, dividere i rapporti secondo l'ente pubblico di competenza e, infine, trasmetterli (dopo averne tenuto una copia fotostatica per eventuali ricerche e problemi futuri).

Le imprese che intendano avvalersi di tale servizio dovranno impegnarsi a trasmettere ai nostri uffici, mensilmente, tutti gli "Allegati G" o "Allegati F" utilizzati e bollati.

LA CAMPAGNA CALORE PULITO IN ALTRE PROVINCIE

- Provincia e Comune di Ferrara
- Provincia di Forlì - Cesena, Comune di Forlì
- Comune di Rimini
- Provincia di Bologna (Escluso comune di Imola), Comune di Bologna

LINKS UTILI

- Comune di Ravenna: campagna Calore Pulito
- Provincia di Ravenna: campagna Calore Pulito
- Comune di Faenza: campagna Calore Pulito
- CNA Installatori Impianti

Perché CNA