Artigianato in tour - Nuovi prodotti turistici per la destinazione Romagna

Il mese scorso è stata finalmente approvata la nuova legge regionale sul Turismo; diventa così realtà la “destinazione Romagna”, un territorio che può essere vincente se integra i suoi differenti prodotti turistici: balneare, termale, culturale, enogastronomico, esperienziale.

E’  giunto il momento di organizzare un nuovo prodotto – tutto made in Romagna – che riesca a innovare l’esperienza di viaggio nel nostro territorio e aiuti l’internazionalizzazione di questa destinazione che ha bisogno come il pane di novità, di esperienze uniche, di itinerari che sappiano unire territori diversi, di un  nuovo modo di fare promo-commercializzazione evitando messaggi generici e indistinti.

Come CNA di Ravenna lavoreremo perché nel 2017 l’esperienza artigiana – artistica o di produzione – trovi una sua casa e divenga elemento centrale di attrazione turistica, operando sulla creazione di itinerari e reti, collegate agli attrattori dei territori, capaci di far vivere esperienze dirette di artigianato ai potenziali turisti: nelle botteghe, nei campi, negli atelier, negli studi, nelle spiagge, nei musei, nelle vie o nelle piazze di questa bellissima Romagna.

Una inattuale distinzione tra turismo e artigianato (che esiste così forte solo in questa regione: vedi box a lato) in questi anni ha frenato l’arricchimento dell’offerta turistica regionale e romagnola in primis, spesso schiacciata tra un balneare con pochi contenuti e un culturale troppo museificato. Il valore dell’artigianato è il valore dell’incontro con le persone, con gli artisti, con nuove esperienza di vita, di studio e di viaggio.

Una sfida per noi, una sfida per gli artigiani, una sfida per chi si occupa di servizi turistici, per la ricettività diffusa. Ma anche una sfida positiva alla nuova legge regionale perché questo cambiamento di schema divenga anche reale arricchimento della nostra immagine e sostanza turistica.

 

TURISMO&ARTIGIANATO: PER SAPERNE DI PIU’

L’Artigianato nei principali portali turistici regionali

www.toscana.artour.it

Attivo dal 2011 il portare toscano Artour consiglia percorsi nell’artigianato  che possono essere comodamente scaricati e visualizzati su smartphone, tablet e pc. Le guide sono selezionabili per area tematica e geografica.

www.discoveringartigianato.com

Itinerari turistici sull’artigianato in Veneto, perfettamente geolocalizzati e capaci di unire l’offerta generale con le botteghe storiche di eccellenza. Efficace lo slogan: “scopri un PATRIMONIO di originalità artigiana”.

http://www.emiliaromagnaturismo.it/it/artigianato-artistico

Nel portale turistico dell’Emilia Romagna ci sono solo tre itinerari, senza connessione tra l’offerta museale e i privati. Vengono promossi tutti i mercatini artigianali (da quelli specifici a quelli generici e nulli turisticamente).

Altri itinerari (agenzie di viaggio, iniziative private)

http://www.umbriaturismo.net/itinerari-umbria/itinerari-artigianali/

Sito privato con 14 itinerari artigianali in Umbria; le informazione sono storiche e non c’è connessione con le imprese attuali.

http://www.salentoviaggi.it/itinerari/itinerario-artigianato-salentino.htm

Itinerari nel Salento organizzati da un’agenzia di viaggi; non moderno ma efficace per la presenza degli artigiani veri e non solo della storia dell’artigianato.

http://www.fi.camcom.gov.it/default.asp?page=informazioni&action=read&idinformazione=4201

Nel sito della Camera di Commercio di Firenze gli itinerari artigianali promossi da alcune agenzie di viaggio private.

Perché CNA