Bandi: Finanziamenti a fondo perduto per innovazione e diversificazione di prodotto o servizio per le PMI

Innovazione e diversificazione

La Regione Emilia-Romagna concede alle PMI, regolarmente costituite sotto forma di società e con due esercizi completi, una serie di agevolazioni a fondo perduto dal 35 al 45% per l’innovazione dell’impresa e la diversificazione dei suoi prodotti e/o servizi.

Per ottenere le agevolazioni, i progetti proposti dovranno consistere in miglioramenti relativi alla tecnologia, alla digitalizzazione e all’innovazione. Ad esempio, possono aderire al bando le imprese che intendano ampliare la gamma dei prodotti e/o servizi o ridefinirli dal punto di vista tecnologico e funzionale in senso innovativo, introdurre contenuti e processi digitali e di innovazione di servizio in grado di modificare il rapporto con clienti e stakeholders o, infine, ricaratterizzare i prodotti e i servizi in senso fortemente sostenibile e in favore della inclusione e della qualità di vita.

Le spese per cui è possibile richiedere le agevolazioni dovranno essere sostenute presso laboratori, centri per l’innovazione, università, start-up o fablab.

La Regione sostiene progetti basati sull’acquisto dei seguenti servizi:

  • consulenze tecnologiche e di ricerca, studi, licenze e brevetti;
  • prove sperimentali, misure, calcolo, certificazioni di prodotto;
  • progettazione software e componentistica digitale;
  • design di prodotto/servizio e concept design;
  • progettazione multimediale;
  • progettazione impianti pilota;
  • prototipazione e stampa 3D;
  • consulenza per la gestione organizzativa e strategica (manager temporaneo) max 30%.

Alle ore 10 del 01/09/2016 sarà aperto il bando e, quindi, sarà possibile presentare i propri progetti.

Il termine per la presentazione dei progetti è il 14/10/2016 alle ore 13.

Gli investimenti dovranno essere realizzati nel corso del 2017 e rendicontati entro il 31/01/2018.

La CNA assiste le imprese che vorranno partecipare al bando in tutto l’iter per l’ottenimento dell’agevolazione.

Per informazioni: le imprese possono contattare fin da ora Glenda Frignani (0544.298780 gfrignani@ecipar.ra.it) o Massimo Maretti (0546.627832 mmaretti@ra.cna.it)

Perché CNA