È nato “Guide in rete CNA”. Formazione, nuovi itinerari d’arte e territorio, idee di qualità per i turisti: un nuovo modo di vedere il “mestiere” della Guida Turistica.

La nuova aggregazione nasce per tutelare i diritti degli associati nelle controversie inerenti la professione di guida turistica; per promuove attività culturali pubbliche attraverso incontri, convegni, iniziative e ricerche di settore, operando per l’aggiornamento e la formazione professionale permanente della categoria.

Più in generale, si può dire che l’obiettivo del gruppo è quello di alzare la qualità della professione puntando sulla valorizzazione del mestiere della “guida turistica”: promuovendo collaborazione, conoscenza e partecipazione; creando nuovi itinerari e occasioni speciali per chi vuole conoscere tutti gli aspetti delle nostre città. Per questo sono in programma anche attività di integrazione con altri settori del turismo: nella cultura, nei beni architettonici e museali, con particolare riferimento alla futura “destinazione Romagna”.

Già la prima iniziativa, pochi giorni fa, dedicata all’ “immagine di Ravenna nel ‘900” con la partecipazione di Giuseppe Matteucci, ha riscosso uno straordinario successo; per questo ne è stata subito organizzata un’altra sul tema dell’ebraismo a Ravenna, tenuta da Mariangela Molducci. Ancora non è tutto.

E’ stato già lanciato il progetto “Ravenna Welcome” dedicato ai turisti che visitano il nostro territorio. In effetti, oggi, chi vuole visitare Ravenna, in compagnia di una Guida esperta e abilitata del gruppo “Guide in Rete CNA”, può contare su un’accoglienza speciale e prenotare un breve tour (durata 1,30 h) degli angoli più suggestivi del centro storico che si conclude con un aperitivo gustosissimo all’interno di un pregevole edificio del ‘400.

Insomma, da oggi è possibile unire arte, cultura, architettura, turismo e il ben vivere di una realtà viva come può essere quella ravennate grazie alle Guide in rete di CNA: ed è solo l’inizio di una lunga e bella storia!

Perché CNA