Nuova Sabatini: Finanziamenti alle PMI per l’acquisto di nuovi macchinari, impianti e attrezzature

Macchinari

Nuova Sabatini fondi in esaurimento

Aggiornamento a Ottobre 2017

BENEFICIARI
Piccole e medie imprese con sede operativa in Italia.

CARATTERISTICHE DEL FINANZIAMENTO
La concessione del contributo da parte del MISE è condizionata all’adozione di una delibera di finanziamento che abbia le seguenti caratteristiche:

  • essere deliberato a copertura degli investimenti sotto specificati;
  • essere deliberato da una banca o da un intermediario finanziario;
  • avere una durata massima, comprensiva di un periodo di preammortamento o di prelocazione non superiore ai dodici mesi, di cinque anni decorrenti dalla data di stipula del contratto di finanziamento, ovvero, nel caso di leasing, decorrenti dalla data di consegna del bene;
  • essere deliberato per un valore non inferiore a 20 mila euro e non superiore a 2 milioni di euro;
  • essere erogato in un’unica soluzione entro 30 giorni dalla data di stipula del contratto di finanziamento, ovvero, nel caso di leasing, entro 30 giorni dalla data di consegna del bene;
  • Il finanziamento può coprire fino al 100% degli investimenti;
  • Il finanziamento è concesso dalla banca o dall’intermediario finanziario a valere sul plafond di provvista costituito presso Cassa Depositi e Prestiti, ovvero a valere su diversa provvista.

INVESTIMENTI AMMISSIBILI
Acquisto o acquisizione in leasing di macchinari, impianti, beni strumentali di impresa e attrezzature nuovi di fabbrica ad uso produttivo, nonché investimenti in hardware, software e tecnologie digitali.

  • I beni strumentali, presi singolarmente ovvero nel loro insieme, devono presentare un’autonomia funzionale, non essendo ammesso il finanziamento di componenti o parti di macchinari.
  • I beni strumentali possono integrare con nuovi moduli l’impianto o il macchinario preesistente, introducendo una nuova funzionalità nell’ambito del ciclo produttivo dell’impresa.
  • In ogni caso l’investimento non può riguardare beni che costituiscono mera sostituzione di beni esistenti.

Gli investimenti devono essere destinati (salvo quanto diversamente stabilito per il settore dei trasporti, agricolo, pesca e acquacoltura) alle seguenti finalità:

  • creazione di un nuovo stabilimento;
  • ampliamento di uno stabilimento esistente;
  • diversificazione della produzione di uno stabilimento mediante prodotti nuovi aggiuntivi;
  • trasformazione radicale del processo produttivo complessivo di uno stabilimento esistente;
  • acquisizione di attivi di uno stabilimento;

Gli investimenti devono essere avviati successivamente alla data della domanda di accesso ai contributi e devono essere conclusi entro 12 mesi dalla data di stipula del contratto di finanziamento.

AGEVOLAZIONI
A fronte del finanziamento concesso dalla banca o dall’intermediario finanziario, il MISE concede un contributo pari all’ammontare complessivo degli interessi calcolati in via convenzionale su un finanziamento al tasso d’interesse del 2,75% della durata di cinque anni e di importo equivalente al finanziamento concesso.
Le imprese hanno la possibilità di beneficiare della garanzia del Fondo centrale, fino alla misura massima prevista dalla vigente normativa (80% dell’ammontare del finanziamento).

Un esempio di contributo: investimento da 100.000 euro finanziato con Mutuo o leasing a 5 anni -> contributo da € 7.717,37 a € 10.092,38.

Aggiornamento ottobre 2017: i fondi sono in esaurimento, solo il 25% dello stanziamento è ancora effettivamente disponibile.

CONTATTI
Massimo Maretti  tel. 0546/627832 mmaretti@ra.cna.it

Perché CNA