PEC inattiva – In arrivo i controlli del sistema camerale

Il Ministero delle Sviluppo Economico ha ribadito l’importanza della comunicazione alla CCIAA da parte di tutte le imprese di un indirizzo PEC, fondamentale per il riconoscimento univoco dell’impresa.  La PEC comunicata deve essere sempre attiva ed esclusivamente e univocamente riconducibile all’impresa, senza possibilità di domiciliazione presso terzi.

Il Sistema camerale a livello nazionale sta predisponendo un progetto “qualità PEC” al fine di cancellare d’ufficio, con applicazione delle relative sanzioni pecuniarie, le PEC che risultano inattive e revocate dal gestore.

Il sistema di comunicazione tramite PEC viene sempre più utilizzato da parte di tutte le Pubbliche Amministrazioni e dai Privati ed è, quindi, indispensabile la sua corretta gestione. I messaggi PEC devono essere monitorati costantemente perché sono notificati nel momento della consegna nella nostra casella PEC e non nel momento della lettura del messaggio. Essi hanno, infatti, lo stesso valore legale di una raccomandata con ricevuta di ritorno con data “consegna nella casella”.

CNA può aiutare l’impresa ad aprire ed impostare la casella di PEC: propone tariffe speciali per gli associati e l’utile opzione “invio sms in caso di ricezione messaggio PEC”, comunicazione alla Camera di Commercio e gestione del rinnovo annuale senza problemi. Se non si possiede un PC con connessione internet e stampante, CNA offre il Servizio Supporto alla Lettura della PEC.

Per informazioni e assistenza rivolgersi all’ufficio di riferimento Sedar CNA Servizi.

Perché CNA