Prodotti lattiero-caseari: indicazione obbligatoria dell’origine in etichetta

Il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari ha reso noto il via libera europeo allo schema di decreto che introduce l’indicazione obbligatoria dell’origine per i prodotti lattiero caseari in Italia (latte, burro, yogurt, mozzarella, formaggi e latticini); sono esclusi solo i prodotti D.O.P. e I.G.P. che hanno già disciplinari relativi all’origine e il latte fresco già tracciato.

L’indicazione di origine del latte o del latte usato come ingrediente nei prodotti lattiero-caseari, prevede l’utilizzo in etichetta delle seguenti diciture:

  • a) “paese di mungitura”: nome del paese nel quale è stato munto il latte;
  • b) “paese di condizionamento o di trasformazione”: nome del paese nel quale il latte è stato condizionato o trasformato.

Qualora il latte o il latte usato come ingrediente nei prodotti lattiero-caseari, sia stato munto, condizionato o trasformato, nello stesso paese, l’indicazione di origine può essere assolta con l’utilizzo della seguente dicitura “origine del latte: nome del paese”.

Il Decreto avrà valenza nazionale e prevede una fase sperimentale dall’01/01/2017 al 31/03/2019.

Perché CNA