Reddito di solidarietà: Un aiuto importante per il contrasto alla povertà

In Emilia-Romagna il “Reddito di Solidarietà” è legge: un sostegno concreto per persone e famiglie in gravi difficoltà economiche. Fino a 400 euro al mese per circa 35.000 nuclei familiari.

L’Assemblea legislativa ha dato il via libera alla Legge per il contrasto alla povertà: 72 milioni per la sua applicazione, di cui 35 stanziati dalla Giunta regionale. Si tratta di una misura strutturale, un sostegno concreto per persone e famiglie in gravi difficoltà economiche. Potrà essere richiesto da nuclei familiari, anche unipersonali, con ISEE pari o inferiore a 3.000 euro, durerà un anno e bisognerà partecipare a progetti di impegno sociale o di inserimento lavorativo. Si calcola che potrebbero essere circa 80.000 i cittadini interessati.

Possono accedere al Reddito di Solidarietà i nuclei familiari, anche unipersonali, di cui almeno un componente sia residente in Emilia-Romagna da almeno 24 mesi. La domanda per ottenere il beneficio deve essere presentata da uno dei componenti il nucleo familiare al Comune territorialmente competente, tramite apposito modello corredato da tutte le dichiarazioni individuate nel Regolamento attuativo.

Il Reddito di Solidarietà sarà erogato dai Servizi Sociali dei Comuni nell'ambito di un percorso concordato, finalizzato a superare le condizioni di difficoltà del nucleo familiare.

Perché CNA