SAN. ARTI. Sanità Artigiana - Opportunità per le imprese

La scadenza delle adesioni al Fondo Sanitario Integrativo è il 31 ottobre 2015

Il 31 Ottobre 2015 si chiude la campagna d'iscrizione al Fondo Sanitario Integrativo San.Arti. aperto a titolari d'impresa, soci, collaboratori e loro familiari.L'iscrizione al Fondo di assistenza sanitaria integrativa San.Arti è volontaria ed è possibile registrarsi via web mediante una scheda informatica dedicata, predisposta sul sito www.sanarti.it

L'adesione al Fondo San.Arti. - a fronte del versamento di una quota contributiva considerevolmente inferiore a quelle presenti sul mercato delle assicurazioni sanitarie private - permette di beneficiare di importanti prestazioni sanitarie integrative per la propria persona e per i propri familiari.
Per le iscrizioni effettuate nell'anno in corso le prestazioni decorreranno dal 1 gennaio 2016.
Il Fondo SAN.ARTI. fornisce assistenza sanitaria coprendo una vasta area di competenze mediche, operando dalla prevenzione sanitaria fino all'operatività; per i titolari, i soci, i collaboratori e i lavoratori autonomi che si iscriveranno al Fondo sono previste le seguenti prestazioni sanitarie:
• PACCHETTO MATERNITA'. A sostegno economico delle imprenditrici in gravidanza, il fondo fornirà per il 3°, 4°, 5°, 6° e 7° mese di gestazione un contributo di 1.000 euro al mese, e per il periodo dell'allattamento un contributo di 400 euro al mese per 6 mesi, oltre al rimborso delle visite, ecografie e analisi e l'indennità per il ricovero in occasione del parto.
• NEONATI. Per la correzione di malformazioni congenite, riscontrate entro il primo anno di vita, il Fondo copre: interventi, visite e accertamenti pre e post intervento nonché spese di vitto e alloggio dell'accompagnatore per il periodo di ricovero effettuati entro i primi 3 anni di vita del bambino.
• INDENNITA' DI CONVALESCENZA A SEGUITO DI GRANDE INTERVENTO CHIRURGICO. Verranno corrisposti 100 euro al giorno per un massimo di 15 giorni al fine di limitare il peso dell'impossibilità di una ripresa immediata dell'attività lavorativa e favorire il giusto percorso medico di tale ripresa.
• GRAVE INABILITA' PERMANENTE. Causata da infortunio sul lavoro o gravi patologie previste dal piano sanitario, con a disposizione una somma UNA TANTUM di 10.000 euro per le spese sanitarie e/o erogazione di servizi di assistenza.
• PACCHETTI DI CHECK-UP: ODONTOIATRICI, CARDIOVASCOLARI, ONCOLOGICI E PER LA SINDROME METABOLICA, pensati per monitorare lo stato di salute.
• DIAGNOSTICA E TERAPIA, VISITE SPECIALISTICHE possibili con azzeramento dei tempi di attesa presso i nostri centri privati al costo di una franchigia minima o con costi sostenuti presso il SSN integralmente rimborsabili.
• TICKET PER DIAGNOSTICA E PRONTO SOCCORSO
• IMPLANTOLOGIA ODONTOIATRICA (compresa estrazione denti) per la quale gli iscritti hanno a disposizione fino a 2800 euro di contributo sul totale del lavoro, oltre che pagata dal Fondo l'avulsione dei denti preparatoria alle cure di implantologia.
• RICOVERO PER GRANDE INTERVENTO CHIRURGICO con estensione della copertura sanitaria fino ai 60 giorni prima e dopo l'intervento per: visite e accertamenti, assistenza infermieristica, cure riabilitative, trasporto sanitario e rimborso farmaci oltre alle spese legate all'eventuale accompagnatore.
• CONSULENZA MEDICO- FARMACEUTICA gratuita.
L'elenco completo delle prestazioni sanitarie e le modalità di accesso alle stesse sono consultabili e scaricabili nella sezione "Documenti" del portale internet del Fondo (www.sanarti.it).

SPORTELLI TERRITORIALI SAN.ARTI
E' attivo presso CNA Emilia-Romagna lo sportello San.Arti. Per ogni tipo di informazione o approfondimento nell'ambito del Fondo SAN.ARTI. lo sportello risponde a questo indirizzo sanarti@cnaemiliaromagna.it. E' possibile, pertanto, richiedere gratuitamente informazioni inerenti le procedure di iscrizione e contribuzione al Fondo, le prestazioni sanitarie erogate e le procedure di rimborso/prenotazione delle prestazioni stesse.
E' attivo inoltre il numero verde SAN.ARTI. 800009603

Gli imprenditori aderenti alla CNA della provincia di Ravenna possono, infine, acquisire maggiori informazioni facendo riferimento al proprio Ufficio CNA.

Perché CNA