Sostegno alle imprese del territorio: il bilancio 2017 vede la conferma di un importante piano di investimenti

Un bilancio comunale, quello del 2017, che vede la conferma dell’invarianza delle aliquote fiscali per i cittadini e le imprese, un mantenimento inalterato delle tariffe comunali dei servizi, un consolidamento delle politiche di welfare comunale e la conferma di un piano degli investimenti consistente, con importanti cantieri che prenderanno avvio già nei primi mesi dell’anno.

La CNA ha sempre sostenuto la necessità di contenere la pressione fiscale delle imprese a tutti i livelli e le tariffe dei servizi, soprattutto in momenti come quelli attuali in cui le difficoltà dei mercati stanno mettendo in ginocchio molte realtà economiche.

In questa direzione si inserisce la necessità di continuare a sostenere il sistema di garanzie dell’artigianato, strumento di sostegno per le piccole imprese per l’accesso al credito. Abbiamo sempre evidenziato  l’importanza di dare avvio a un piano di manutenzioni e investimenti significativo, per cambiare il volto della nostra località ma anche per ridare ossigeno al sistema economico.

Il Porto, il Borgo Marina, i Magazzini del Sale Darsena sono il fulcro di questa attività in un settore della città centrale e su cui, come CNA, abbiamo sempre sostenuto l’importanza di intervenire per cambiare veramente vestito a Cervia e creare quel collegamento fra i due elementi identitari per il territorio: il Mare e le Saline.

È stata realizzata la Piazza San Michele e sono partiti i lavori di riqualificazione del Borgo Marina, entro maggio sarà realizzato il primo stralcio fina a via Gervasi e dall’autunno i lavori proseguiranno per la parte restante. Nel contempo, prenderanno avvio i lavori di riqualificazione del Magazzino Darsena per il quale l’Amministrazione comunale si è aggiudicata un finanziamento regionale pari 2.850.000 euro a cui si aggiunge la quota parte comunale. Tutto questo consente al Comune di ristrutturare lo stabile, mentre il privato che si aggiudicherà il bando per la gestione, dovrà presentare un progetto imprenditoriale di grande spessore e qualità. Ricordiamo che il bando scade a fine marzo.

In questo contesto si inserisce la decadenza del Marina di Cervia e il riappropriarsi da parte del Comune di un elemento importante per la città e per il turismo qual è il porto turistico. Un’operazione che la CNA ha sempre sostenuto per ridare slancio al turismo e a tutto il mondo imprenditoriale che ruota attorno alla nautica. Per troppo tempo la gestione del porto turistico ha allontanato da Cervia il flusso diportistico, con grave danno per tutta la città.

Un percorso che parte da lontano e reso possibile, oltre che dall’allentamento del patto di stabilità, anche dalla oculata gestione delle casse comunali delle precedenti Amministrazioni. Questo ha permesso di avere conti in ordine e risorse nel cassetto che ora possono essere investite per il territorio.

Perché CNA