Quindici giorni in più per partecipare al contest CNA che premia il pensiero innovativo delle migliori start up, il Premio Cambiamenti, quest’anno alla sua quinta edizione con tante novità annunciate durante un webinar di anteprima tenuto la scorsa settimana.

Un’occasione per scaldare i motori dopo l’inevitabile parentesi del 2020, dovuta all’emergenza da Covid-19, e sottolineare – come ha fatto il direttore della divisione organizzazione e sviluppo del sistema CNA, Armando Prunecchi – “quanto CNA creda nelle giovani imprese italiane e nella scommessa sul loro futuro che coincide con quello del Paese, un modo di fare impresa che ci piace, vicino alle persone e alle comunità territoriali”.

L’evento online, al quale hanno partecipato anche alcuni dei partner come Edison, Wurth, Infocert, KSRent, H-Farm, Techno e Gruppo Una, è stato un momento per dare – da parte del responsabile del Premio Cambiamenti, Luca Iaia – qualche informazione aggiuntiva alle imprese per una migliore partecipazione e presentare le novità di questa quinta edizione.

Tra queste spicca di certo la proroga al 30 settembre che consente alle imprese che intendono concorrere per aggiudicarsi il primo premio di 20mila euro, oltre ai numerosi altri premi previsti, ulteriori 15 giorni di tempo. Farlo è semplicissimo, le start up possono iscriversi attraverso il sito dedicato.

In aggiunta ai riconoscimenti riservati ai tre vincitori, questa edizione del Premio Cambiamenti prevede anche tre menzioni speciali, assegnate sulla base delle attività sviluppate in merito ai tre assi principali del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza: sostenibilità ambientale, innovazione e tecnologia, inclusività. Queste menzioni verranno riconosciute da Nativa, Wurth e Actionaid alle start up che meglio dimostreranno un impegno coerente con tali principi, indipendentemente dagli esiti della finale.

Terminato il Premio non finiranno le sorprese. Per alcune imprese operanti in particolari ambiti è previsto un percorso di accelerazione denominato Bluesky.  Il business partner Techno, piccola impresa lombarda che è al contempo una grande realtà innovativa, metterà a disposizione delle start up selezionate strumenti e laboratori per un percorso ad hoc, decidendo, inoltre, se investire su di loro. Un incontro virtuoso che porterà un supporto concreto sia alle neo-imprese, stimolandole a crescere in maniera sana, che ai business partner, grazie a progetti ad alto contenuto innovativo.

Le candidate al Premio, vincitrici o meno, potranno poi partecipare ai percorsi formativi che CNA e i partner metteranno loro a disposizione a partire da una masterclass realizzata con H-Farm nella primavera del prossimo anno.

In attesa dunque della grande finale del 19 novembre non ci resta che seguire il percorso delle startup che continueranno la loro sfida a colpi di innovazione.