24 marzo: giornata europea del gelato artigianale

Il 24 marzo si celebra, nel vecchio continente, la giornata europea del gelato artigianale, istituzionalizzata dal Parlamento Europeo.

Le gelaterie artigianali di tutta Europa saranno i principali testimonial dell'iniziativa: grazie all'impegno, alle capacità e alle relazioni dei gelatieri le gelaterie promuoveranno l'iniziativa.

Partecipare alla giornata europea del gelato artigianale è semplice: ecco il regolamento.

  1. Possono partecipare tutti i gelatieri europei che hanno una produzione artigianale.
  2. Ogni partecipante organizzerà un evento nella propria gelateria o altrove, nel periodo dal 1 gennaio  al 15 ottobre 2017 in data a lui piú congeniale, dove sarà promossa la giornata europea del gelato artigianale.
  3. Il gelatiere dovra' obbligatoriamente anticipare l'evento che andra' a proporre segnalandolo nel form in fondo a questo articolo.
  4. Tale evento dovrà essere documentato mediante una breve presentazione scritta possibilmente  implementata con materiale video/fotografico, eventuali apparizioni sulla stampa, divulgazione via web o quant'altro possa servire a comunicare alla giuria che dovra' valutare.
  5. La documentazione dovrà essere inviata possibilmente in formato digitale anche via email a  Artglace presso  Longarone Fiere entro il 31 ottobre 2017 agli indirizzi: ”stampa@longaronefiere.it” o a Longarone Fiere, Via del Parco3, 32013 Longarone.
  6. Una giuria di esperti valuterà le varie proposte e stabilirà una graduatoria per ogni Nazione.
  7. I primi 3 classificati per ogni Nazione verranno premiati durante la cerimonia di apertura della MIG 2017.
  8. I premiati verranno ospitati per 2 giorni durante la Fiera a carico di Longarone Fiere Dolomiti..
  9. All'Associazione che avra' portato il maggior numero di partecipanti verra' consegnata una targa con una menzione speciale per l' impegno profuso alla divulgazione della Giornata europea del gelato artigianale.

Il settore delle gelaterie artigianali

N. 31.841 ( +0.8% sul 2016) BAR GELATERIA risultano nel registro imprese attività.
n. 34.260 Pasticceria-gelateria
N. 13.562 ( +2% sul 2016) aziende che hanno come attività dichiarata  PRODUZIONE GELATI
N. 47.144  ( + 0.8% sul 2016) come GELATERIA
N.   3.575 ( -0.7% sul 2016) come GELATERIA ARTIGIANALE
 
Il totale degli addetti che lavorano in gelateria sono circa 150.000 in Italia e 100.000 all’estero.

Il record del numero di gelaterie è in Lombardia con 6.093 laboratori, seguita dal Veneto con 3.512 ed Emilia Romagna con 3.273. Tuttavia, il maggiore tasso di crescita di gelaterie artigiane tra il 2004 e il I trimestre 2009 si registra nel centro Italia dove le gelaterie artigiane sono aumentate del 12,9% rispetto alla media nazionale del 10,9%. Le regioni più dinamiche sono il Lazio (+ 15,2%), la Puglia (+ 13,8%), Piemonte (+13,3%), Sicilia e Abruzzo (+12,%).

Per quanto riguarda i consumi di gelato, oltre la metà (il 52,9%) è concentrata nelle regioni del Nord, dove il prodotto viene acquistato con una certa costanza durante l´intero arco dell´anno. Per contro nel Sud, dove si consuma il 29,4% del gelato italiano, le vendite sono concentrate soprattutto nel periodo estivo. Nell´Italia centrale, infine, si consuma il 17,6% di gelato italiano.

Nel nostro Paese l’apertura di nuovi punti vendita sta subendo una leggera battuta d’arresto, così come nei mercati classici della UE, mentre il numero di esercizi sta conoscendo un momento di forte crescita nei paesi emergenti. Un dato importante è che il consumo di gelato si sta progressivamente destagionalizzando, anche se i picchi si registrano ancora in corrispondenza dell’andamento economico e turistico e delle stagioni a livello meteorologico.

Per completare lo scenario, consideriamo il settore che realizza gli arredamenti e le vetrine per gelaterie, importante perché produce un giro d’affari di circa 300 milioni di euro ed impiega dai 1500 ai 2000 dipendenti. Si tratta di aziende manifatturiere di piccole e grandi dimensioni il cui mercato segue l’andamento dei segmenti semilavorati e macchine.

Nell’ambito dell’Export nell’Unione Europea, il primo posto è riservato alla Germania; un trend in crescita è quello degli Stati Uniti, paesi dell’est Europa, estremo oriente e Australia.

Perché CNA