Bando ITC per Professionisti

Bando per il sostegno di progetti rivolti all’innovazione, la digitalizzazione e l’informatizzazione delle attività professionali - Azione 3.5.2 del Por Fesr 2014-2020
Tipologia dell’intervento
Concessione di agevolazioni a FONDO PERDUTO dal 40% al 45% sulle SPESE RITENUTE AMMISSIBILI (contributo massimo ricevibile € 25.000).

Beneficiari
Il bando, si rivolge ai Liberi Professionisti iscritti agli appositi Ordini o Collegi e Casse Previdenziali che operano in forma singola o associata, oppure ai Liberi Professionisti operanti in forma singola o associata che non hanno un ordine o un Collegio professionale e che risultano iscritti alla gestione separata INPS. I soggetti beneficiari non possono risultare anche lavoratori dipendenti.

Iniziative ammissibili

A. Interventi per l’Innovazione tecnologica finalizzati:

  1. allo sviluppo innovativo dei sistemi informatici-informativi e dei processi di digitalizzazione del lavoro;
  2. alla informatizzazione e alle innovazioni di processo;
  3. alla realizzazione di sistemi di gestione innovativa delle reti tra professionisti;
  4. ad automatizzare e informatizzare l’attività anche con acquisto di strumenti e attrezzature professionali tecnico-strumentali e tecnologiche;
  5. a sviluppare sistemi di sicurezza informatica o il loro test di adeguatezza;

B. Interventi per la strutturazione, l’organizzazione e il riposizionamento strategico delle attività libero professionali finalizzati:

  1. a creare sistemi di condivisione, cooperazione e collaborazione tra professionisti e/o tra imprese in particolare negli ambiti delle partnership e delle collaborazioni, della coprogettazione, dell’attività di co-makership, della razionalizzazione logistica;
  2. a migliorare l'efficienza dei processi di erogazione dei servizi, innovare i servizi con particolare riferimento alla messa a punto ed alla sperimentazione di metodologie e applicazioni innovative nel campo della progettazione, dei processi e del monitoraggio;
  3. a sviluppare sistemi che favoriscano l’integrazione di altri processi strategici all’attività professionale/imprenditoriale;
  4. ad implementare e diffondere metodi di promozione, acquisto e vendita on line di servizi
    nonché a sviluppare nuove funzioni avanzate nel rapporto con la clientela;
  5. al riposizionamento strategico dell’attività professionale;

C. Interventi per diffusione della cultura dell’organizzazione e della gestione/valutazione economica dell’attività professionale finalizzati:

  1. a progettare e implementare un piano di riposizionamento e sviluppo dell’attività professionale o dell’impresa che preveda di sfruttare le opportunità date dalla digitalizzazione dei servizi;
  2. a implementare sistemi di controllo di gestione e valutazione economica dell’attività;

D. Nel caso di forme aggregate già costituite:

  1. lo sviluppo dell’aggregazione;
  2. i progetti di ricerca, sviluppo e innovazione atti a favorire:
     funzioni avanzate e condivise dall’aggregazione;
     gestione di accordi di fornitura di servizi;
     realizzazione di attività e servizi comuni per la ricerca e l’innovazione;
     sistemi di gestione della qualità dei prodotti/servizi;
     proposte professionali che consentano l’ampliamento dei mercati;
     creazione e promozione di marchi e brevetti.
  3. i processi di internazionalizzazione in forma aggregata, quale strumento di rafforzamento della competitività sistemica del territorio e dei professionisti del territorio, per esempio razionalizzando costi, unendo capacità, favorendo lo scambio di conoscenze e competenze funzionali alla penetrazione commerciale. Nel caso, le attività da realizzare sul mercato estero dovranno avere natura esclusivamente promozionale, di studio o di consulenza, tese alla penetrazione, all’insediamento dell’attività, alla realizzazione di un processo di qualità, alla realizzazione di joint-venture, al trasferimento delle conoscenze, alla creazione di centri servizi integrati;
  4. la creazione di nuove unità funzionali e ampliamento di quelle esistenti;
  5. la diversificazione dei servizi;
  6. le azioni di comunicazione e marketing, attiva partecipazione a fiere/eventi, servizi promozionali e acquisizione di servizi specialistici;
  7. i servizi di supporto alle decisioni;
  8. le partnership all’estero;
  9. l’utilizzo di strutture temporanee e condivise (uffici condivisi – coworking, uffici di rappresentanza, centri di consulenza ecc.)

Spese ammissibili
Sono ammissibili interventi che abbiano spesa minima pari ad € 15.000,00:  

  • acquisto di attrezzature, infrastrutture informatiche, tecnologiche, digitali finalizzate alla realizzazione a titolo esemplificativo di piattaforme, siti web, al miglioramento della connettività di rete, alla digitalizzazione e la dematerializzazione dell’attività, la sicurezza informatica, la fatturazione elettronica, il cloud computing, il business process, compresa la strumentazione accessoria al loro funzionamento;
  • spese per l’acquisizione di brevetti, licenze software e di servizi applicativi necessari al conseguimento degli obiettivi dell’intervento, o altre forme di proprietà intellettuale;
  • Interventi accessori, anche di carattere edilizio, strettamente necessari alla realizzazione del progetto, nel limite massimo di 5.000 euro;
  • spese per l’acquisizione di consulenze specializzate per la realizzazione del progetto; tali spese sono riconosciute nella misura massima del 30% della somma totale delle altre voci di spesa;

Tempi:
I progetti andranno presentati dalle ore 10.00 del 22 maggio 2018, alle ore 17.00 del 26 giugno 2018 per gli interventi da realizzare entro il 31/12/2018;

Contatti
Maretti Massimo 0546.627832 mmaretti@ra.cna.it
Arceri Federica 0544.298732 farceri@ra.cna.it

 

 

Perché CNA