Bassa Romagna: il futuro è green.

Bassa Romagna Green: pannelli fotovoltaici

Il marchio “Bassa Romagna Green” è già una realtà per i cittadini che hanno riqualificato energeticamente e/o acquistato abitazioni a basso contenuto energivoro che lo potranno richiedere allo Sportello Energia dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna per collocarlo all’esterno della propria abitazione.
Nelle prossime settimane la novità interesserà anche le imprese dei settori dell’edilizia, dell’impiantistica e dei professionisti iscritti agli Ordini e ai Collegi.


Questo riconoscimento nasce dalla volontà degli attori che hanno sottoscritto un Protocollo d’intesa (Associazioni d’impresa, Ordini e Collegi professionali, Unione dei Comuni Bassa Romagna) per promuovere e innalzare il livello culturale sui temi energetici e dello sviluppo sostenibile, con particolare attenzione agli interventi di riqualificazione energetica del patrimonio edilizio sia pubblico che privato del territorio.


Un marchio, dunque, che ha un valore squisitamente culturale, assegnato a fronte di un impegno sui comportamenti: un veicolo significativo non solo per l’identificazione dell’ambito territoriale come realtà sostenibile, ma anche per la promozione delle attività economiche di vari settori e servizi che risulteranno così integrate e compatibili con la tutela dell’ambiente e con la valorizzazione delle risorse ambientali.
Avendo carattere volontario, non interferisce in alcun modo con il possesso di altri marchi o certificazioni. L’idea nasce dall’obiettivo di riunire sotto un unico simbolo le azioni di un territorio volte alla promozione di una economia più sostenibile, oltre a informare cittadini e consumatori aiutandoli a compiere scelte consapevoli.


Le imprese che vogliono dotarsi del marchio “Un futuro green per la Bassa Romagna” dovranno partecipare a un momento informativo-formativo e, in quell’ambito, sottoscrivere un impegno volontario di applicazione di buone prassi, con l’obiettivo di informare correttamente il cliente che intende fare interventi di riqualificazione energetica della propria abitazione. Un analogo percorso verrà avviato per i professionisti-progettisti dai rispettivi Ordini e Collegi.


Il primo momento informativo- formativo per le imprese si è tenuto martedì 31 maggio 2016 presso la sede della CNA di Lugo 1. All’incontro hanno partecipato le aziende associate alla CNA del territorio della Bassa Romagna e alcune imprese non associate ma interessate a dotarsi di questo marchio.
Questi incontri, rivolti alle imprese, vogliono accrescere sempre di più la qualità della consulenza verso il cliente. Molto spesso, infatti, il messaggio della convenienza economica, legato a una soluzione piuttosto che a un’altra, non viene trasmesso in modo adeguato. E malgrado la sensibilità dei consumatori verso i temi del risparmio e dell’efficienza energetica sia aumentato nel corso degli anni, il livello generale di conoscenze rimane basso e, molto spesso, le scelte sono orientate al contenimento dei costi piuttosto che alla ricerca della qualità offerta dalle nostre aziende.

Perché CNA