Cervia: vinta la lotta all'abusivismo

L’estate che sta per concludersi è trascorsa all’insegna del contrasto dell’abusivismo nel territorio cervese, con importanti risultati . Quello più rilevante è rappresentato dalla scomparsa di ogni attività, sia commerciale sia artigianale, svolta abusivamente sulla spiaggia.

Questo cambiamento è stato particolarmente gradito da tutti i turisti, ha riportato la spiaggia cervese, da Milano Marittima a Tagliata, ai più alti standard di qualità e ha fatto balzare la nostra località agli onori delle cronache nazionali per i risultati ottenuti.

Tutto ciò è stato reso possibile grazie al costante monitoraggio dell’arenile che la Polizia Municipale cervese, rinforzata da 35 agenti stagionali, ha svolto fin dall’inizio della stagione. Le risorse che hanno permesso l’assunzione del personale derivano in gran parte da un contributo della Cooperativa Bagnini di Cervia, nell’ambito del protocollo per il contrasto all’abusivismo sottoscritto dalla Prefettura di Ravenna, dal Comune di Cervia e da tutte le Associazioni di categoria del territorio.

Il contrasto dell’abusivismo non si è limitato solo all’arenile, ma ha interessato anche l’entroterra: in particolare, segnaliamo alcune brillanti operazioni svolte contro i tassisti abusivi, realizzate dai carabinieri della compagnia di Cervia e Milano Marittima e dalla Polizia Municipale cervese, attività che hanno permesso di sequestrare alcuni mezzi utilizzati per l’attività illecita. A questo si deve aggiungere il lavoro della Guardia di Finanza contro il commercio di prodotti di noti marchi di abbigliamento e accessori moda contraffatti, posti in vendita presso regolari attività ambulanti o di commercio in sede fissa gestite da italiani e da stranieri.

“È  un’attività importante - sottolineano i dirigenti della CNA -  a tutela dei cittadini e a salvaguardia delle imprese e della libera concorrenza. Molto spesso dietro servizi  prestati abusivamente si nascondono attività svolte senza la necessaria professionalità e a danno del consumatore. Vogliamo ricordare, prendendo ad esempio il settore del trasporto persone, che gli autisti professionisti sono soggetti a controlli medici rigorosi e verifiche annuali scrupolose sugli automezzi, hanno patenti professionali, adeguate coperture assicurative e applicano tariffe trasparenti, decise dall’amministrazione comunale per rispondere alle diverse tipologie di trasporto, come, ad esempio, il taxi collettivo o le tariffe agevolate da e per i luoghi di cura.

In momenti di difficoltà economica come quelli attuali è ancora più importante tutelare le imprese regolari che svolgono un ruolo importante di coesione sociale nel territorio.

Un ringraziamento sentito va a tutte le Forze dell’Ordine presenti sul territorio che svolgono la propria attività con impegno e  professionalità per garantire serenità a operatori, cittadini e turisti in un periodo fondamentale come quello estivo”.

Perché CNA