Comune di Cervia, la CNA sul piano della viabilità e della mobilità

In riferimento alla bozza del Piano della Viabilità e della Mobilità presentato nei giorni scorsi alla Direzione della CNA di Cervia dall’assessore alla Mobilità, Natalino Giambi, i dirigenti dell’Associazione evidenziano come “sia sicuramente apprezzabile la volontà di andare a rendere più scorrevole il traffico, incrementando anche i percorsi ciclabili. Uno sforzo importante, tenuto conto che la struttura della rete viaria rimane sostanzialmente inalterata, una sperimentazione indispensabile per cercare di andare ad alleggerire le situazioni di criticità, in primo luogo quelle della Circonvallazione Sacchetti”.

“Apprezziamo – proseguono i dirigenti cervesi - il carattere sperimentale delle soluzioni e la volontà dell’Amministrazione di mantenere aperto il confronto per eventuali correzioni o aggiustamenti. E’ importante che tale sperimentazione venga fatta quanto prima per essere pronti con eventuali correttivi in occasione della prossima stagione estiva. All’interno di questa strategia, il Trasporto Pubblico rappresenta una leva importante per diminuire il traffico, soprattutto quando questo può contare su percorsi e su un’organizzazione tale da permettere tempi di percorrenza veloci.

Lo stesso potenziamento della rete ciclabile deve andare nella direzione di valorizzare la vocazione green di Cervia, anche in chiave turistica, con l’intento di realizzare percorsi che si collegano con la rete ciclo escursionistica sovracomunale. Riteniamo, infatti, che questo possa essere un prodotto vincente per il nostro turismo”.

Il progetto dei parcheggi scambiatori e del sistema delle navette, soprattutto in previsione della ristrutturazione della zona retrostante gli stabilimenti balneari, è sicuramente apprezzabile. “Occorre, tuttavia – prosegue la CNA - governare e organizzare il tutto in sinergia con il sistema della mobilità, del Trasporto Pubblico e delle imprese che, nel corso di questi anni, hanno sempre saputo rispondere alle esigenze del territorio. In particolare, devono essere fatte delle valutazioni e degli approfondimenti sui percorsi, sul cadenzamento e sull’organizzazione del servizio per dare risposte efficienti ai turisti e a tutta la città. In questo contesto è importante valutare l’ipotesi di aprire e rendere operativo il silos parcheggio situato vicino allo stadio, pur consapevoli di tutte le problematiche che interessano l’immobile e delle difficoltà esistenti”.

“Come CNA – concludono i dirigenti dell’Associazione - siamo disponibili a collaborare e a realizzare un tavolo di lavoro specifico con le imprese associate, per individuare la soluzione ottimale per la stagione 2018 per la gestione dei parcheggi scambiatori e l’organizzazione dei servizi di collegamento”.

Perché CNA