Da sabato 9 giugno attivo 'Estate Sicura 2018' il servizio estivo di emergenza per automobilisti

Con “Estate Sicura” le officine di autoriparazione di Ravenna (meccanici auto, gommisti ed elettrauto) garantiscono, a turno, l’apertura nei giorni festivi dell’estate (con i normali orari di apertura feriali). I soccorritori stradali artigiani collaborano all’iniziativa, offrendo la possibilità all’automobilista di farsi trasportare l’autovettura in panne fino all’officina di turno. Il tutto senza apportare alcuna maggiorazione alla tariffa solitamente applicata (feriale).
 
Quest'anno infatti il servizio giunge alla sua 38^ edizione senza soluzione di continuità, un risultato unico in Italia: dal 1981 sono già stati effettuati oltre 16.000 interventi e nove volte su dieci gli automobilisti sono stati messi in condizione di ripartire in giornata.
 
La Polizia Municipale di Ravenna (tel. 0544.482999) fungerà da punto di informazione per tutto il periodo interessato.
 
'Estate Sicura 2018' è realizzata da Confartigianato e Cna in collaborazione con Ascom-Confcommercio, Confesercenti, Cormec, Azimut, Camera di Commercio e con il contributo del Comune di Ravenna.

SOCCORSO STRADALEGli autoriparatori aderenti ad “Estate Sicura 2018” sono in grado di contattare tempestivamente il soccorso stradale più vicino all’automobilista in panne convenzionato. È sufficiente contattare l’officina di turno. In alternativa, e/o negli orari nei quali le officine sono chiuse, è sempre possibile telefonare e chiedere informazioni alla Polizia Municipale di Ravenna (tel. 0544.482999).


 si ringrazia per la collaborazione:NEA Autoricambi Ravenna Via L. Braille, 6 - Fornace Zarattini RA - Tel. 0544 465278 - info@nea.it - www.nea.it NEA Autoricambi Ravenna è il centro ricambi auto camion trattori e moto di Ravenna, specializzata anche nelle attrezzature diagnostiche delle migliori marche: TEXA, HELLA, WIGAM, UNIOR, MAGNETI MARELLI, BOSCH, CTEK etc. e batterie BANNER, TUDOR, YUASA.

 

In allegato il calendario dei turni di Estate Sicura 2018

Perché CNA