È un successo la petizione di CNA Benessere per la libertà di spostamento dei clienti tra i comuni verso il loro artigiano di fiducia, anche in zona arancione

Sono oltre 150 le imprese in provincia di Ravenna che hanno già sottoscritto la petizione e tante altre seguiranno: chiediamo ai Sindaci e al presidente della Provincia di condividere e sostenere la nostra battaglia con la Regione e il Governo per cambiare una regola dannosa per le imprese e non rilevante sul versante sanitario Le imprese del settore del benessere (acconciatori, estetisti, tatuatori, piercer, operatori olistici e altre figure) fin dall’inizio dell’emergenza sanitaria determinata dal Covid hanno sempre fatto del rispetto della sicurezza e dei protocolli specifici la loro priorità. Le imprese rispettano rigorosamente i protocolli di sicurezza, perché i titolari hanno grande attenzione sia per la propria salute, sia, e soprattutto, per quella dei dipendenti e dei clienti. “Chiediamo ai Sindaci e alla Provincia - afferma Roberto Zattini, presidente di CNA Benessere e Sanità Ravenna – di aiutarci sostenendo a tutti i livelli la nostra richiesta di consentire la libertà di scelta dell'impresa o del professionista di fiducia del cliente, anche al di fuori del territorio di ogni singolo comune in zona arancione, vista anche la connessione esistente tra i tanti comuni limitrofi della nostra zona. Crediamo che spostarsi per raggiungere la propria impresa di riferimento non aumenti in alcun modo il rischio di contagio, in quanto questo tipo di servizi alla persona si svolge sempre e solo su appuntamento, quindi il flusso viene regolato indipendentemente dal Comune di provenienza del cliente”. CNA Benessere e Sanità sta coordinando a livello regionale questa azione, allo scopo di ottenere dalla Regione e dal Governo una risposta positiva a questa richiesta. È ancora possibile aderire alla petizione sulla pagina Facebook dedicata: @CnaBenessereRavenna o questa mail: nsalimbeni@ra.cna.it CNA Ravenna ha, inoltre, avanzato le stesse richieste per tutte le attività dei settori che operano in sede fissa e ricevono su appuntamento, come ad esempio carrozzieri, gommisti, meccanici ecc.

Perché CNA