Finanziamenti per la competizione e la crescita

Da ottobre 2016 e per tutto il 2017, le aziende emiliano-romagnole potranno fruire di percorsi formativi finanziati, dedicati ad accompagnare gli imprenditori e le figure chiave del sistema produttivo nelle sfide della competizione e della crescita. Le imprese interessate alle offerte formative di CNA ECIPAR Ravenna avranno a disposizione 6 seminari propedeutici e circa 190 posti in corsi di formazione interaziendale, potendo anche fruire di azioni di coaching.

La progettazione proposta alla Regione ha seguito la strategia Regionale S3, che orienta i percorsi di innovazione rivolti ai diversi sistemi produttivi e ambiti di specializzazione verso tre principali direttrici di cambiamento socioeconomico di medio-lungo periodo, individuate a livello europeo (priorità C):

  • promozione dello sviluppo sostenibile;
  • promozione delle tecnologie per una vita sana, attiva e sicura;
  • affermazione della società dell’informazione e della comunicazione.

In considerazione di un bando caratterizzato in maniera molto stringente dalla Regione su direttrici e su ambiti di sviluppo predeterminati, l’offerta di corsi ha tenuto conto di tutti i principali settori produttivi dell’artigianato e della PMI, ma la scelta dei valutatori ha privilegiato chiaramente alcuni settori e tematiche considerate particolarmente trainanti. Tra gli ambiti di specializzazione della strategia, l’attenzione è stata posta su: meccatronica motoristica; industrie culturali e creative; edilizia e costruzioni.

Con riferimento a settori e filiere del sistema produttivo, la scelta ha riguardato:

  • manifattura meccanica, con le diverse specializzazioni collegate;
  • edilizia, costruzioni e impiantistica;
  • Made in Italy con moda, alimentare e artistico;
  • terziario avanzato e servizi.

Sono chiare le tendenze di sviluppo che la Regione ha inteso premiare nei corsi approvati per i settori del MANIFATTURIERO:

  • aumento esponenziale della collaborazione tra Imprese, Università e Centri di Ricerca;
  • capacità di internazionalizzare, sviluppando strategie competitive e sapendo analizzare i mercati;
  • attività legate al web marketing e all’e-commerce di prodotti legati al Made in Italy;
  • fabbricazione digitale, stampa 3D e prototipazione rapida;
  • fabbrica 4.0 e automazione dei processi produttivi;
  • digitalizzazione dei processi dell’impresa a tutti i livelli;
  • sviluppo del potenziale di innovazione delle risorse umane per l’innovazione;
  • ricorso a strumenti digitali e big data per l’analisi di mercato e la gestione dello sviluppo;
  • soluzioni di designe per l’industria 4.0 e sviluppo del designe for all, per l’integrazione dei disabili;
  • rendere la produzione sostenibile, con nuovi materiali, utilizzo di sistemi domotici e rinnovabili.

Per COSTRUZIONI e IMPIANTISTICA, l’attenzione è posta su tematiche note, ma che devono ancora trovare piena applicazione da parte delle imprese:

  • risparmio ed efficientamento per la riqualificazione del patrimonio edilizio;
  • commercializzazione e finanziamento di soluzioni di risparmio energetico e sviluppo sostenibile;
  • individuazione di soluzioni innovative nella costruzione di impianti per le energie rinnovabili;
  • progettazione e gestione di edifici smart.

Nei settori del TERZIARIO AVANZATO, la parte del leone è riservata alla DIGITALIZZAZIONE, per innovare i servizi da erogare e per accrescere il posizionamento di mercato delle imprese, con temi quali: sicurezza informatica; big data per l’analisi di mercato; gestione digitale delle aziende e dei clienti. Il personale di CNA ECIPAR Ravenna contatterà le imprese dei settori interessati a partire dal mese di ottobre, per una descrizione puntuale delle attività approvate e per raccogliere iscrizioni e interessamenti.
Per informazioni: Glenda Frignani, gfrignani@ecipar.ra.it, 0544 298780

Perché CNA