La CNA di Ravenna incontra il presidente dell'Autorità di Sistema dell'Adriatico centro settentrionale, Daniele Rossi

Visita del Presidetne dell'Autorità Portuale

: da sinistra il direttore CNA, Massimo Mazzavillani, il presidente AP, Daniele Rossi e il presidente CNA, Pierpaolo Burioli

I vertici della CNA di Ravenna hanno incontrato questo pomeriggio il presidente dell'Autorità di Sistema dell'Adriatico centro settentrionale, Daniele Rossi.

Durante il suo intervento, il presidente Rossi ha ribadito che “due sono le condizioni necessarie per il rilancio dello scalo ravennate: l’approfondimento dei fondali su cui è impegnata tutta la struttura dell’Autorità e l’organizzazione del retro porto, in particolare, dei collegamenti stradali e ferroviari e degli aspetti fondamentali legati alla logistica delle merci. Su quest’ultimo punto è indispensabile fare sistema con tutta la comunità portuale”. Ha poi presentato i dati sulla movimentazione merci per il 2016, affermando che “il porto, nonostante tutto, ha tenuto le posizioni”.

Da parte della CNA c’è stata la piena disponibilità a collaborare con l’Autorità e a fare sistema con progetti e idee.
“Il porto di Ravenna – hanno affermato il presidente, Pierpaolo Burioli e il direttore, Massimo Mazzavillani – deve essere al centro delle politiche di sviluppo dell’intero territorio regionale. Accanto all’approfondimento dei fondali è necessario comunque concretizzare in tempi brevi altri progetti: il collegamento Cesena-Ravenna-Mestre attraverso il raccordo con la Ferrara Mare, una manutenzione straordinaria di tutta la Circonvallazione della città a partire dalla Romea dir e dalla Classicana, un miglioramento della capacità ferroviaria nel porto e ultimo, ma non per questo meno importante, una soluzione definitiva per l’attraversamento stradale e ferroviario del Candiano”.

“Siamo anche soddisfatti – hanno aggiunto - dell’intenzione espressa dal Presidente di realizzare un impianto per il trattamento dei fanghi, idea che come CNA abbiamo portato all’attenzione delle Istituzioni da troppi anni. Vogliamo, inoltre, ribadire l’interesse della nostra Associazione per il tema delle Autostrade del Mare su cui Ravenna si sta confermano uno scalo leader, argomento che coinvolge fortemente tutto il settore dell’autotrasporto e su cui riteniamo ci possano essere le condizioni per migliorare ancora”.
 

Perché CNA