La CNA si confronta con le Istituzioni comunitarie

Trentasei componenti una delegazione CNA, condotta da Stefano Di Niola, responsabile nazionale Dipartimento Relazioni Sindacali, ha visitato il Parlamento Europeo a Bruxelles e svolto numerosi incontri sul tema “Europa Sociale e PMI: confronto sulle politiche e sulle esperienze nella Formazione Continua”. Per la CNA di Ravenna hanno partecipato Daniela Toschi, responsabile Divisione Lavoro, Contrattualistica, Formazione e Innovazione e Massimo Tassinari, responsabile Sezione Contrattualistica.

L’ufficio CNA di Bruxelles, coordinato da Claudio Cappellini ed Elisa Vitella, ha supportato la delegazione guidandola nella esplorazione delle Istituzioni europee. Il confronto sulle prospettive della formazione nelle Direttive comunitarie è stato condotto alla presenza degli eurodeputati on. Brando Benifei, Commissione EMPL, S&D e on. Silvia Costa, Commissione CULT, S&D, che hanno incoraggiato la CNA a sviluppare proposte che possano essere fatte proprie nelle sedi legislative. A seguire, un incontro presso il Comitato Economico e Sociale Europeo su “Le PMI nel pilastro sociale e nelle politiche di formazione continua” alla presenza di Sonia Peressini, capo Unità DG EMPL Commissione Europea, Jader Canè, DG EMPL Commissione Europea, Anna Barbieri, DG EMPL Commissione Europea e una visita guidata con Gkofas Panagiotis, rappresentante della Categoria PMI e Artigianato del CESE.

Al centro del confronto le politiche di formazione e il FSE come strumento di contrasto alla disoccupazione giovanile e i mutamenti nelle politiche europee, a partire dalle difficoltà generate da un’Europa “a diverse velocità” e dalla necessità di equilibrare sviluppo economico e diritti sociali. Il confronto si è articolato anche con interlocutori afferenti al mondo delle imprese tra cui Arnold De Boer, responsabile politiche sociali e formazione professionale di UEAPME, Fabian Uebbing, ZDH (Confederazione tedesca) sulle politiche del lavoro, Christian Welzbacher, HPI (Centro competenze artigianato digitale Hannover), Stefan Gran, DGB (Organizzazione dei lavoratori - Germania) sui centri di competenze per le PMI e sui processi di digitalizzazione e relativi effetti sul lavoro e sulla formazione continua in Germania.

L’esperienza condotta ha messo in rilievo l’importanza di mantenere un saldo e continuativo rapporto con le Istituzioni comunitarie, sempre più decisive in materia di Direttive che producono effetti nei Paesi in materia economica e sociale e nelle tematiche del lavoro e della formazione.

È risultata altresì evidente la necessità di consolidare la dimensione europea non solo sul fronte delle politiche monetarie ma anche lavorando per una “Europa politica” a tutto tondo che possa operare per armonizzare le politiche fiscali e del lavoro degli Stati membri e, conseguentemente, assumere un rilievo davvero strategico negli equilibri mondiali.

Perché CNA