L'importanza della Diagnosi Energetica: orienta gli investimenti per l’efficientamento della tua azienda

Come anticipato nello scorso mese di giugno, si sono avviate e sono in fase di completamento le Diagnosi Energetiche commissionate dalla CNA. Contestualmente, sono state presentate le richieste per il finanziamento a fondo perduto del 50 % dei costi di tali interventi, grazie ai fondi regionali a disposizione per le aziende.

Dai primi dati parziali forniti proprio dalla Regione Emilia-Romagna sul numero complessivo delle richieste ricevute, emerge un interesse ancora tiepido verso questa interessante opportunità: sono, infatti, solo cinquanta le aziende che, in tutta la regione, hanno presentato domanda di finanziamento.

Ci auguriamo che i dati totali certifichino un numero più elevato di aziende che abbiano intuito l’utilità  di dotarsi di un potente sistema di analisi dei propri consumi come la Diagnosi Energetica. Questa è considerata, infatti, lo strumento principe per la corretta analisi dei consumi di energia della propria azienda, al punto da essere stata inserita nelle linee guida per la partecipazione al Fondo EnERgia, come documento obbligatorio per la presentazione delle domande di accesso.

Questo Fondo della Regione Emilia-Romagna, attivato il 10 Luglio e con prima scadenza al 30 Settembre, mette a disposizione delle aziende ben 36 milioni di euro di finanziamenti agevolati per interventi che portino alla “riduzione dei consumi energetici e delle emissioni di gas climalteranti” anche con l’installazione di impianti di produzione di energia da fonte rinnovabile, e dimostra ancora una volta l’attenzione rivolta alle aziende che vogliano investire per ridurre i costi della loro bolletta energetica. Una bolletta, almeno quella elettrica, che si teme possa presentare, a chi paga l’energia a prezzo variabile (e non è il caso di chi si affida ad Ali Energia per la scelta del proprio fornitore!), un costo elevato per i mesi più caldi di quest’anno, in considerazione delle temperature estreme raggiunte e da una disponibilità di riserve idriche eccezionalmente bassa.

I prezzi di giugno e luglio hanno segnato sensibili aumenti, anche se non si sono verificate variazioni impreviste come a luglio 2015, mese molto simile a luglio 2017 per le temperature registrate, e i consumi si sono attestati a un livello medio addirittura inferiore di circa il 13%. Se questo sia avvenuto grazie allo sviluppo dell’efficienza energetica o ad altre spiegazioni non è ancora chiaro. Ve ne daremo conto nei prossimi articoli completando l’analisi con i dati relativi a consumi e prezzi riferiti al mese di agosto.

INFORMAZIONI
Sportello Energia CNA Ravenna
tel. 0544 298728
enrico.carosio@alienergia.com


Per domande specifiche sul Fondo Energia è possibile inoltre rivolgersi ai Consulenti del Servizio Credito CNA Ravenna:
Area Ravenna-Cervia
Maurizio Spinelli tel. 0544 298511
mspinelli@ra.cna.it
Area Bassa Romagna
Vania Cimatti tel. 0545 913243
vcimatti@ra.cna.it
Area Romagna Faentina
Massimo Maretti tel. 0546 627832
mmaretti@ra.cna.it

Perché CNA