CRITER, un nuovo servizio per gli Associati CNA

Logo Servizio CRITER

Informazioni Servizio Criter

Il 1 giugno 2017 è entrato in vigore il Regolamento Regionale in materia di Esercizio, Conduzione, Controllo, Manutenzione e Ispezione degli Impianti Termici. Contestualmente, dalla stessa data è operativo anche il Catasto degli Impianti  (CRITER).

Il CRITER è un sistema informativo regionale relativo agli impianti termici, in cui confluiscono e vengono aggiornati i dati relativi agli impianti termici presenti sul territorio regionale. Il CRITER consente alla Regione di svolgere in maniera efficace le attività di accertamento e di ispezione al fine di garantire l’adeguata efficienza energetica e la riduzione delle emissioni inquinanti e di disporre di informazioni utili per le attività di pianificazione e programmazione del settore energetico regionale.

Le imprese di installazione e manutenzione degli impianti termici devono quindi registrarsi presso il catasto elettronico tramite la firma digitale.

Solo dopo la registrazione è possibile procedere con tutte le operazioni previste dal nuovo sistema e cioè: la targatura dell’impianto, l’inserimento del libretto, l’acquisto dei bollini e l’invio definitivo del rapporto di efficienza energetica sempre tramite firma digitale.
Il libretto di impianto è il «documento di riconoscimento» di ogni impianto termico.

Per soddisfare le necessità delle imprese che ancora non hanno dimestichezza con la tecnologia informatica o che non hanno personale amministrativo per svolgere tali compiti, la CNA ha predisposto un servizio dedicato alle imprese che soddisfa tutte le operazioni previste dal CRITER.
Un servizio modulabile che può riguardare la semplice iscrizione, un abbonamento di consulenza oppure la vera e propria gestione dell’intero parco impianti distinta in due fasi: la prima per l’inserimento del libretto e del rapporto di controllo entro la scadenza prevista dal regolamento (31/12/2018), la seconda per la gestione del solo rapporto secondo le tempistiche previste dal tipo di caldaia o condizionatore.

Quali sono gli impianti termici soggetti alla disciplina regionale?
L'impianto termico è un sistema tecnologico che serve a riscaldare o raffrescare gli ambienti. Sono soggetti agli obblighi normativi di registrazione e controllo gli impianti di riscaldamento di potenza superiore a 5kW , gli impianti per la produzione di acqua calda sanitaria (sono esclusi gli scaldabagni) e gli impianti di raffrescamento estivo di potenza superiore a 12kW. Sono comprese anche le stufe e gli apparecchi autonomi per il riscaldamento, se installati in modo fisso.

Chi è il responsabile di impianto?
È l’occupante dell’immobile in cui è situato l’impianto, sia esso proprietario o inquilino; nel caso di condomini con impianto centralizzato il responsabile di impianto è l’amministratore, che può delegare un’impresa abilitata a svolgere tale ruolo (terzo responsabile). Il Responsabile ha l’obbligo di rendere disponibili all’impresa installatrice e/o manutentrice i dati utili alla registrazione del Libretto di impianto nel catasto regionale degli impianti termici CRITER.

ATTENZIONE! Il responsabile di impianto che non provvede a far registrare il libretto di impianto nel CRITER è punito con una sanzione amministrativa da 500 a 3.000 Euro.

Il Bollino calore pulito
In occasione della effettuazione del controllo obbligatorio di efficienza energetica è obbligatoria la corresponsione da parte del responsabile dell'impianto del contributo previsto dalla legge. L’entità del contributo varia a seconda della potenza dell’impianto da un minimo di 7 euro (pari a 1 bollino) per gli impianti di potenza inferiore a 35kW, a 98 euro (pari a 14 bollini) per quelli di potenza superiore a 300kW.

Per informazioni contatta:
Roberto Belletti 0544 298511 rbelletti@ra.cna.it
Emanuele Rocchi 0544 298511 erocchi@ra.cna.it

Perché CNA