Sicurezza lavoro. Nuova modalità per richiedere i servizi di certificazione e verifica a Inail: la procedura telematica CIVA.

CIVA è l’applicativo, disponibile sul sito INAIL, attraverso il quale dovranno essere trasmesse all’Ente le richieste relative ai servizi più significativi di certificazione e verifica che in precedenza venivano inoltrate, tramite PEC, alle Unità Operative Territoriale di Certificazione.

Dallo scorso 27 maggio devono, quindi, essere trasmesse, esclusivamente utilizzando questa procedura telematica, i seguenti servizi di certificazione e verifica:

  • denuncia di impianti di messa a terra
  • denuncia di impianti di protezione da scariche atmosferiche
  • messa in servizio e immatricolazione delle attrezzature di sollevamento
  • riconoscimento di idoneità dei ponti sollevatori per autoveicoli
  • prestazioni su attrezzature di sollevamento non marcate CE
  • messa in servizio e immatricolazione degli ascensori e dei montacarichi da cantiere
  • messa in servizio e immatricolazione di apparecchi a pressione singoli e degli insiemi
  • approvazione del progetto e verifica primo impianto di riscaldamento
  • prime verifiche periodiche.

In particolare ricordiamo che i datori di lavoro devono comunicare, entro 30 giorni, la messa in servizio degli impianti di messa a terra e dei dispositivi di protezione contro le scariche atmosferiche e inviare la dichiarazione di conformità dell’impianto rilasciata dall’installatore.
Per le attrezzature di lavoro ricomprese nell’allegato VII al D.lgs n.81/08 e, tra queste, le attrezzature di sollevamento, i datori di lavoro devono comunicarne la messa in servizio nonché richiedere la prima delle verifiche periodiche secondo le scadenze indicate nel citato allegato.
Con riguardo alle attrezzature a pressione, il datore di lavoro o l’utilizzatore ha l’obbligo di effettuare la dichiarazione di messa in servizio.

Come usufruire dei servizi telematici.
Per utilizzare l’applicativo è necessario essere registrati al portale Inail e accedere utilizzando uno dei profili a disposizione (legale rappresentate o loro delegati/intermediari a cui è stato aggiunto il nuovo profilo "consulente per le attrezzature e impianti").

Il pagamento attraverso i canali di “PagoPa”
Cambiano anche le procedure di pagamento delle prestazioni richieste.
Il pagamento avverrà attraverso i canali di "PagoPa" (es. carta di credito, home banking, PayPal, ecc.). Sarà comunque possibile inserire un pagamento già effettuato attraverso i canali tradizionali durante il periodo di passaggio al nuovo sistema.

Per ulteriori informazioni e per la presentazione delle richieste con le modalità sopra indicate, i consulenti del servizio ambiente sicurezza di SEDAR CNA SERVIZI sono a disposizione.

Perché CNA