Una primavera con le escursioni di “Sentieri e Sapori”

Riprendono domenica 24 marzo e proseguiranno fino a domenica 26 maggio, 9 escursioni lungo i sentieri delle colline della Romagna faentina e del Parco della Vena del Gesso.  Il successo straordinario di partecipazione della edizione conclusasi lo scorso 18 novembre che ha visto oltre 700 presenze alle escursioni autunnali, ci ha portato alla scelta di organizzare un nuovo appuntamento primaverile lungo i sentieri delle nostre colline, nella fase di risveglio della natura.

Il progetto Sentieri e Sapori, giunto alla quarta edizione, si ripresenta nella formula ormai collaudata ma vincente di coinvolgere nel progetto gli agriturismi del territorio che, per l’occasione, presentano al pubblico le loro specialità. A loro si affiancano le guide ambientali professioniste che accompagneranno i visitatori e faranno conoscere le storie e il territorio delle nostre colline.

In questa edizione primaverile saranno coinvolti 9 agriturismi: tutte le domeniche appuntamento alle 8,30 presso la sede dell’agriturismo, poi ci si inoltra lungo i sentieri accompagnati dalle guide escursionistiche, rientro per il pranzo. Una formula semplice per conoscere aneddoti, visitare il territorio e gustare allo stesso tempo le specialità gastronomiche.

“Con questo progetto - sottolinea Gian Piero Zama, della Presidenza territoriale CNA oltre che sostenitore e partecipante alle escursioni - abbiamo voluto promuovere e valorizzare la nostra area collinare, unendo il tema dell’accoglienza e della ricettività alberghiera ai sapori e alla qualità gastronomica che caratterizza il nostro territorio. Un modo semplice, ma efficace per dare sostegno alle attività economiche che si sono impegnate nel progetto”.

“Il nostro obiettivo – evidenzia Nevio Salimbeni, responsabile di CNA Turismo - è quello di proseguire in un percorso che ci può aiutare a far crescere il tessuto economico dell’area collinare. In questo, abbiamo voluto coinvolgere il Parco della Vena del Gesso oltre ad If Tourism Company e a Destinazione Romagna, la società della Regione per la promozione turistica”.

“Dobbiamo essere in grado, infatti – conclude Salimbeni - di comunicare le opportunità che offre questo territorio anche al di fuori dei nostri confini.  Un doveroso ringraziamento va al GAL Altra Romagna che ha sostenuto il progetto mettendo a disposizione le risorse necessarie alla sua realizzazione”.

In allegato la locandina del programma.

Perché CNA