Mediazione nelle Controversie Civili e Commerciali

Serve a:

  • risolvere le controversie evitando di ricorrere alla causa giudiziaria con notevole  risparmio di tempo e di costi

Si tratta di una vera e propria opportunità che le imprese e i cittadini possono trovare all’interno del Sistema CNA, che viene gestita da un organismo indipendente e a ciò abilitato, iscritto nel Registro degli Organismi del Ministero della Giustizia, dove un mediatore imparziale assiste le parti nella ricerca di un accordo che le stesse valutino reciprocamente soddisfacente.

Su alcune materie il ricorso alla mediazione è oggi per legge obbligatorio prima di intraprendere una causa, come per esempio per le controversie in tema di locazione, comodato, affitto d’azienda, contratti assicurativi, bancari e finanziari, diritti reali, divisioni, successioni ereditarie, responsabilità medica e sanitaria.  

Su altre, invece, rimane una scelta volontaria.

L’Organismo di mediazione rientra fra gli strumenti stragiudiziali di composizione delle controversie che CNA mette a  disposizione degli Associati e che, per le sue caratteristiche peculiari può consentire di affrontare le situazioni di dissidio, salvaguardando la relazione fra le parti, trovando soluzioni che non troverebbero spazio nell’ambito giudiziale o, ancora, approcciandole con quella sensibilità che nell’ambito di un giudizio è spesso destinata ad essere sacrificata. 

CONTATTI

REFERENTE
Simona Ruffilli
sruffilli@ra.cna.it
Tel 0544 298511

Perché CNA